Guide

Problemi con la micro-SD del vostro Galaxy S5? Alcuni consigli su come risolverli

Galaxy-S5-Micro-SD

Uno dei vantaggi nel possedere un dispositivo Android è senz’altro la possibilità di espandere la memoria tramite micro-SD. Questa possibilità presente su molti dispositivi, come ad esempio il Samsung Galaxy S5, è stata poi abbandonata da Samsung nelle versioni successive del suo top di gamma. Il Galaxy S6 infatti non ha questa eventualità, ma Samsung ascoltando i suoi utenti e le loro richieste ha di nuovo reintrodotto l’espansione tramite slot micro-SD sul recente Galaxy S7.

Ritornando al dispositivo accennato ad inizio articolo, il Samsung Galaxy S5, non è immune da piccole problematiche riguardanti appunto la possibilità di espandere la memoria. Sono problematiche in realtà inerenti anche altri dispositivi ma nella fattispecie potremmo suggerirvi alcuni utili consigli per cercare di risolverli da soli.

Galaxy S5Problema: molti utenti lamentano improvvisamente che la loro micro-SD non viene più riconosciuta dal loro Galaxy S5. Anche utilizzando un lettore e collegandola al PC la situazione non cambia. Nonostante abbiano cercato di ricreare una nuova cartella DCIM (principale cartella utilizzata per le foto) sulla memoria interna del dispositivo  e provando a trasferire alcune immagini, queste vengono visualizzate ma di quelle presenti sulla memoria esterna non c’è traccia.

Soluzione: una delle possibili cause che potrebbero affliggere la micro-SD e che non permettono di essere lette sia da telefono che da PC è la possibilità che abbiano molti settori danneggiati. A nostra disposizione però esistono svariati strumenti da poter utilizzare in ambiente Windows e che potrebbero aiutarci a recuperare il contenuto delle nostre micro-SD. Uno tra questi è Recuva, software realizzato dagli stessi realizzatori di Clean Master, e che serve per recuperare dati oltre ad essere totalmente gratuito. Anche se la possibilità di recuperare il 100% dei vostri contenuti non è garantita, vale comunque la pena fare un tentativo. Ovviamente prendete in considerazione la sostituzione della vostra scheda danneggiata per acquistarne un’altra.

Problema: altra casistica un po’ più grave della precedente, che colpisce anch’essa molti utenti, è la possibilità che il Galaxy S5 non riconosca improvvisamente più nessuna scheda micro-SD. 

Soluzione: se avete già provato altre schede ed il problema persiste, il guasto potrebbe essere causato da un problema hardware. Prima di procedere però è bene anche verificare se il problema non sia di natura software. Effettuando preventivamente un backup dei dati, provate a formattare alle impostazioni di fabbrica il vostro telefono e se il problema persiste allora provate ad ispezionare lo slot per l’espansione di memoria.Con una bomboletta ad aria compressa, provate a ripulire la fessura poiché corpi estranei potrebbero influire sul cattivo funzionamento. Se anche con questo espediente non riuscite a risolvere, prendete in considerazione l’idea di portare in assistenza il vostro telefono in un centro autorizzato poiché lo slot potrebbe essere irrimediabilmente danneggiato.

Problema: spesso capita che molti utenti lamentino, nel passaggio da un vecchio telefono ad uno nuovo, che molti file (principalmente foto) non vengono più visualizzati risultando danneggiati o corrotti. Infine, cosa ancor più grave, col passare del tempo anche la scheda SD risulta completamente inutilizzabile. Nonostante abbiano utilizzato un software per cercare di recuperare i file, al momento di formattare la microSD, questa rimanda un messaggio di errore in cui la schedina risulta protetta da scrittura. Utilizzando adattatori provvisti di interruttore per sbloccare la carta, il problema è comunque rimasto.

Soluzione: Se cercate di formattare una SD, possibilmente effettuando sempre prima un backup, se la formattazione non dovesse andare a buon fine, il problema è che la micro-SD potrebbe essere irrimediabilmente danneggiata. Si può però effettuare un ultimo tentativo utilizzando il comando chkdsk su di un computer Windows effettuando alcuni passaggi che vi elencheremo di seguito:

  • collegate la micro-SD al PC utilizzando un lettore di schede
  • digitando il comando cmd.exe (prompt dei comandi) dalla barra di ricerca presente a sinistra (su Windows 10) oppure, su Windows 7, andate su Start e dalla finestra che comparirà, sul campo di ricerca presente in basso digitate cmd.exe. Col tasto destro del mouse eseguite come amministratore
  • date conferma e dalla finestra che vi comparirà dovrete recarvi nella directory della vostra scheda SD che nel mio caso è la lettera G. Quindi per poter effettuare ciò digitate G: (nel vostro caso la lettera appartenente alla schedina)
  • effettuato questo passaggio vi ritroverete nella directory della vostra micro-SD e potrete scrivere il comando chkdsk. Inizierà la scansione di eventuali settori danneggiati e se possibile cercherà di ripristinarli.
  • quando la scansione sarà completata potrebbe chiedervi di salvare i settori precedentemente persi. Confermate la scelta per vedere successivamente i settori riparati.

Problema: in seguito all’aggiornamento ad Android 6.0 Marsmallow , molti possessori del Samsung Galaxy S5 lamentano la visualizzazione di un messaggio di errore che indica una mancanza di spazio di memorizzazione. Nonostante la micro-SD sia inserita correttamente ed i file non presentino evidenti errori di visualizzazione o funzionamento il messaggio compare inevitabilmente.

Soluzione: avviare il telefono in modalità di recupero (recovery mode) e cancellare la cache dati. Questa procedura elimina i dati temporanei nel telefono che potrebbero causare il problema.Se il procedimento non dovesse funzionare, effettuate allora un backup dei dati e formattate il dispositivo alle impostazioni di fabbrica. questa procedura viene raccomandata infatti a tutti coloro che aggiornano lo smartphone ad una nuova versione di Android. Con questa procedura verranno cancellati anche i vecchi file di sistema che potrebbero influire sul corretto funzionamento del terminale.

Problema: molti utenti nel cercare di trasferire dati dalla memoria principale, ormai satura, alla micro-SD lamentano l’impossibilità di poter effettuare il procedimento. Nessun problema rilevante anche dopo la formattazione della scheda SD che comunque è stata effettuata sempre con ”file system FAT32”. 

Soluzione: intanto bisognerebbe individuare il tipo di file che si intende trasferire. Se si tratta di un applicazione, spesso non è possibile effettuare il procedimento poiché molte applicazioni per poter funzionare correttamente devono trovarsi necessariamente nella memoria principale del telefono.Se invece la questione riguarda file come foto, documenti o video il procedimento dovrebbe essere semplice e non presentare alcun problema in particolare.Provate a verificare se questo problema è causato dalla scheda micro-SD collegandola al computer attraverso un lettore di schede. Copiate alcuni file dal computer alla scheda. Se i file non possono essere copiati è evidente che la schedina ha un problema. Il suggerimento è quello di provare con un’altra schedina per individuare se effettivamente è la prima inserita ad avere il problema. Potrebbe essere anche il telefono che presenta qualche problema. Per verificarlo potreste avviare lo smartphone in modalità provvisoria:

  • per avviare la procedura con il terminale spento, tenere premuto il pulsante di accensione fino a quando apparirà il logo Samsung Galaxy S5 e quindi rilasciare
  • con il logo Samsung Galaxy S5 sullo schermo, tenere premuto il tasto ”volume giù”
  • continuare a tenere premuto il tasto volume giù fino a visualizzare la modalità provvisoria in basso a sinistra dello schermo, quindi rilasciare
  • in modalità provvisoria provate a trasferire i file interessati dal problema e se la procedura va a buon fine, il problema potrebbe essere allora qualche app. Provate a disinstallarne qualcuna installata di recente. Se il problema dovesse sussistere ancora allora prendete in considerazione la possibilità di riformattare il vostro smartphone effettuando un reset alle impostazioni di fabbrica. Ovviamente non dimenticatevi di effettuare un backup preventivo.

Speriamo in questo modo di avervi aiutato con qualche suggerimento utile, a risolvere tanti problemi comuni che caratterizzano le vostre micro-SD quando inserite sui vostri smartphone. Sperando che le nostre soluzioni possano servire anche solo per scongiurare momentaneamente, la perdita inevitabile dei vostri contenuti più importanti.

Comments
Vai Su