Guide

Ricarica batteria Smartphone insufficiente? Attenti al caricabatteria

caricatore da muro

E se il vostro caricabatterie non caricasse bene? Avete mai provato a vedere se il vostro smartphone riceve abbastanza energia elettrica? Se fosse proprio questo il problema che affligge il vostro terminale? Si, adesso mi prenderete per idiota e vi farete una grossa risata.

In realtà, la domanda è meno banale di quanto sembri perchè quando si affronta l’argomento consumi e batterie per gli smartphone, ci si dimentica di controllare il corretto funzionamento del caricabatterie, pensando immediatamente a sostituzioni, potenziamenti, ottimizzazione, ricariche ultrarapide, app che promettono miracoli per allungare la durata giornaliera, limite per le app in background e trucchi del genere.

android batteria drain risolvere

In questa guida andremo a vedere come valutare lo stato di “salute” del nostro caribatterie e delle sue componenti. Per far questo utilizzeremo un’app già recensita in un nostro precedente articolo: Ampere.

 

Come funziona “Ampere”? L’ App non fa altro che misurare, fornendo un valore indicativo, il voltaggio della corrente elettrica (mA) che la batteria riceve quando è in ricarica. Ecco gli step da eseguire:

applicazione ampere android

 

  1. Aprire “Ampere”
  2. Andare in impostazioni, cliccando sull’icona ad ingranaggio in alto a sinistra per poi entrare in impostazioni di base o “Basic Settings”
  3. Attivare la misurazione forzata o “Enhanced maesurement”.
  4. Ora tornate sulla home screen dell’app e avrete, evidenziata in arancione, il valore negativo di energia elettrica consumata dal vostro smartphone (fase di scarica). Il valore sarà positivo e di colore verde, quando andrete ad attaccare il vostro smartphone al caricabatterie (fase di carica)
  5. Utilizzate questi valori indicativi per settare al meglio il vostro smartphone, provando a cambiare il livello di luminosità, disattivando le connessioni Wi-Fi e dati ed altro ancora.

Attenzione: Per avere il valore indicativo della carica ricevuta dal nostro smartphone dovete sommare al valore indicato in verde, ossia l’energia elettica in entrata, con il valore in arancione, indicante l’energia consumata dallo smartphone, misurabile staccando il caricabatterie.

Ad esempio, se il telefono sta risucchiando -200mA (valore in arancione)  perchè stiamo usando una qualche applicazione e il caricabatterie sta fornendo energia fino a 600mA (valore in verde) allora la ricarica effettiva è di 400mA.

android batteria non carica completamente

Inoltre, sempre tramite “Ampere” possiamo valutare se il nostro caricabatterie o il cavo funziona correttamente o meno. Ecco le due situazioni tipo che andremo a valutare nello specifico:

  1. Utilizzando il caricabatterie originale.
  2. Non avendo a disposizione il caricabatterie originale.

Utilizzando il caricabatterie originale

Come ben sapete, ogni smartphone o tablet Android è progettato per essere ricaricato ad un determinato voltaggio. Usando “Ampere”, potrete valutare se lo smartphone riceve la carica indicata dal costruttore, utilizzando il caricabatterie originale come benchmark (termine che indica uno test di controllo comparativo). Paragonandolo così ai dati tecnici forniti dal produttore, potrete constatare se funziona correttamente o meno.

Ecco gli step da effettuare:

  • Aprire l’app “Ampere” e connettere lo smartphone al caricabatterie originale. “Ampere” vi indicherà gli mA che la batteria sta ricevendo durante la ricarica.
  • Staccate il device dal caricabatterie originale e attaccatelo a quello da testare. Se gli mA ricevuti sono inferiori rispetto al precedente, significa che la batteria impiegherà più tempo a ricaricarsi e che dovete cercare un caricatore più adatto al vostro smartphone.

Non avendo a disposizione il caricabatterie originale

Se non avete il caricabatterie originale da usare come benchmark, dovrete “ingegnarvi” un pò, attraverso questo metodo:

  • Cercate sul browser di Google una lista del caricatori originali per il vostro smartphone, in cui sia indicato il voltaggio, espresso sempre in mA, ed utilizzatelo come benchmark.

Molti smartphone vengono venduti insieme a caricabatterie con voltaggio superiore rispetto a ciò di cui la batteria ha bisogno. Questo perchè hanno bisogno di molta energia elettrica per compiere funzioni come tenere lo schermo acceso, far funzionare la CPU, trasferire i dati attraverso i Wi-Fi o una connessione dati.

  • Fatta questa premessa, prendete il caricabatterie che volete testare, attaccatelo al vostro smartphone. Aprite “Ampere” che, come in precedenza, indicherà gli mA che la batteria sta ricevendo durante la ricarica.
  • Se il vostro smartphone riceve una carica dal valore intorno allo 0,8 (non troppo distante dai valori di riferimento della lista cercata su Google) allora tutto funziona alla perfezione. Qualora il valore sia inferiore, dovete cercare un caricabatterie più performante.

Provate e vedete se il vostro smartphone consuma troppa energia oppure è il momento di cambiare caricabatterie. Fateci sapere nei commenti, siamo a disposizione.

Comments
Vai Su